Zoccola ad una escort: E’ reato

escort zoccola

Firenze, Ottobre 2017

Se dici ZOCCOLA ad una escort e’ reato!

In Toscana come sempre e’ teatro di feste a tema in cui accompagnatrici ed escort sono presenti come il prezzemolo. Non sempre pero’ queste feste finiscono bene. Anzi. Nel 2015 un imprenditore, durante una festa nella sua splendida dimora a Fiesole insulta una top class escort di nazionalità’ italiana presente in villa, apostrofandola con un brutto termine chiarissimo ed offensivo: battona!!!
Fin qui nulla di nuovo, al di la’ del fatto che il termine e’ sicuramente dispregiativo nei confronti, in primis della donna in senso lato e in secondo luogo per la escort in questione che, seppur facendo il piu’ antico mestiere del mondo, merita un assoluto rispetto.

Top Escort Italiana

Immediata la denuncia da parte della bellissima top escort Chiara nei confronti dell’imprenditore. Davanti al giudice di pace penale, l’autore dell’offesa viene condannato a pagare una multa di mille euro nonche’ al pagamento del risarcimento dei danni eventuali in sede civile. Ma il ricco uomo d’affari non si da per vinto e ricorre in Cassazione.
Durante l’udienza, la Corte di Cassazione ha confermato la sentenza del Giudice di pace penale e sancisce che definire “battona” una escort e’ un reato grave e inoltre, se questo avviene in pubblico, scattano addirittura le aggravanti del caso.

Escort chiamate battone!

Come sono cambiate le cose negli ultimi decenni. Ora, giustamente, anche le escort fiorentine ed in generale tutte le accompagnatrici escort italiane e le ragazze per incontri che in qualche modo si prostituiscono in maniera piu’ o meno esplicita, rivendicano il rispetto della loro dignita’ di donne con la “D” maiuscola. Nessuno di noi puo’ arrogarsi il diritto di giudicare le scelte di chiunque, tanto meno quelle di una donna che per Sua scelta decide di svolgere la professione della escort di alto livello. Di sicuro, le offese vanno perseguite e punite in maniera chiara visto che rappresentano una lesione alla dignita’ personale di ogni singola persona che le subisce.
In questo segno, la Cassazione ha dato un ulteriore segno di civilta’. Rispetto, rispetto e ancora rispetto, anche per le escort!!

Previous post:
Next Post:

Lascia una risposta